portfolio.

optioned property

La Profezia del Manoscritto di Rame

Milla, funzionaria di una speciale squadra investigativa dell’Unesco, nel corso di un viaggio in Cappadocia rinviene un antico manoscritto di rame, nascosto tra le vesti logore di un cadavere mummificato. La scoperta è sensazionale: quel manoscritto, appartenuto agli Esseni, pare essere l’ultimo dei Vangeli proveniente dal monastero di Qumran, nei pressi del Mar Morto e conosciuto come il Vangelo Proibito. Come mai si trova a duemila chilometri di distanza dal Mar Morto? Nel frammento che Milla traduce dall’aramaico si parla di “una cassa che contiene tutti i tesori della Terra”, però l’iscrizione s’interrompe proprio nel punto che dovrebbe indicare il nascondiglio del tesoro. Milla si mette subito sulle tracce della parte mancante della lamina, facendosi aiutare da un giovane e affascinante interprete turco. Da quel momento si scatena una caccia al manoscritto che vede coinvolti i terroristi del famigerato Califfato, in cerca di antichità con cui finanziare il movimento jihadista dell’Isis. Ma anche una misteriosa congregazione, custode della profezia millenaria nascosta tra le righe del testo; gli efferati servizi segreti turchi, la Jandarma, la polizia militare turca e l’onnipresente CIA. Il manoscritto non porterà a un vero e proprio tesoro, ma alla scoperta archeologica più sensazionale dei nostri tempi, nascosta tra le rocce di un misterioso mausoleo innalzato nella notte dei tempi sulla cima del monte Nemrut Dagi, il più alto della Mesopotamia. Qui Milla, dopo un devastante terremoto e il passaggio di una cometa, riuscirà a svelare il segreto tenuto celato per millenni all’interno della piramide di pietrisco che domina ancor oggi il santuario. Questo segreto, secondo la Profezia del manoscritto, porterà alla pacificazione di tutte le genti.
I suggestivi scenari della Cappadocia, l’affascinante architettura delle moschee e della città vecchia di Istanbul, la magia dell’oriente popolato di sette e figure misteriose, dove la realtà non è mai quella che sembra, e infine il misterioso mausoleo del Nemrut Dagi, innalzato sulla cima del monte a 2150 metri di altezza, fanno da sfondo a questa vicenda dai ritmi travolgenti per svelare un mistero che molti vorrebbero rimanesse tale.

status:

Optioned Property.

producer:

Carmine Parmigiani

writers:

Vito Bruschini

it_ITItaliano