portfolio.

optioned property
Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?
Reload Reload document
| Open Open in new tab

I Cospiratori del Priorato

I Protocolli degli anziani savi di Sion sono i documenti maledetti che hanno dato vita a uno dei più diabolici miti del secolo scorso: la congiura sionista per dominare il mondo. Citati persino nel Mein Kampf di Adolf Hitler, hanno fornito al dittatore nazista il movente per giustificare l’Olocausto. I ventiquattro testi originali sono in possesso, da oltre cento anni, di una congregazione segretissima, il Priorato, costituita da ex gesuiti. Oggi i discendenti del Priorato sono i manager delle principali multinazionali e delle dinastie dei banchieri che tengono nelle loro mani i destini dell’umanità.
Il Supremo, la loro eminenza grigia, negli ultimi decenni ha operato per infiltrare propri adepti nelle principali istituzioni della finanza mondiale, in particolare nel Consiglio dei 30, la cupola del Club Bilderberg, la più potente lobby finanziaria del pianeta, formata da un gruppo di antiche famiglie dinastiche che hanno accumulato ricchezze illimitate usurpando il ruolo dei governi nella creazione del denaro. L’obiettivo del Consiglio dei 30 è il dominio economico, politico e sociale del mondo occidentale e per questo ha finanziato le ricerche di eugenetica iniziate cent’anni fa a Monaco di Baviera, proseguite nei campi di concentramento nazisti dal dottor Mengele e sviluppate poi in Inghilterra dall’Istituto Tavistock che, abbandonati nel dopoguerra gli studi sulla purezza della razza, si è dedicato a ricercare i sistemi per piegare ai propri voleri la forza psicologica degli individui. In parole povere ha perfezionato le tecniche del lavaggio del cervello per sottomettere più facilmente la volontà delle popolazioni.
La ricchezza di queste dinastie è pari alla loro ferocia…
La storia ha inizio nel corso di una rappresentazione dell’Aida al Covent Garden di Londra. Durante la sfilata dell’esercito sconfitto dal generale Radames, entra in scena sulle note della Marcia trionfale, il simulacro di un toro dorato, omaggio al Faraone del grande condottiero. Ma quando gli schiavi tolgono il velo di seta che ricopre la statua dorata, un urlo s’alza tra le comparse: legato sulla groppa del simulacro c’è il cadavere orrendamente mutilato di un uomo.
Il delitto lascia perplessi per la brutalità dell’esecuzione, gli stessi investigatori, agli ordini dell’ispettore Solomon, uno scozzese che non ha paura di sconfinare oltre la legge pur di arrivare alla soluzione del rebus. Più tardi si scoprirà che il cadavere è quello di Alexander Clover, un “antagonista” che anni prima aveva attentato contro una delle multinazionali dell’OGM appartenente al Bilderberg.
Gli antichi compagni di Alexander Clover iniziano a indagare per proprio conto, per scoprire l’efferato assassino e i suoi mandanti. A svolgere queste indagini non ufficiali c’è anche Milla Vespignani (era stata una delle amanti dell’uomo ucciso), una funzionaria dell’Unione europea che se la dovrà vedere con personaggi inquietanti, come Bad Benny, un piccolo uomo deforme caratterizzato da una chiostra di denti d’acciaio. Bad Benny è il risultato degli esperimenti genetici sudamericani del dottor Mengele, il dottor Morte di Auschwitz.
Milla dovrà vedersela anche con l’astuzia del professore Stanislaus Schneider, il più famoso studioso dei Protocolli degli anziani di Sion e con l’ambiguo ex gesuita Noah.
Milla, insieme all’affascinante ispettore Solomon di Scotland Yard, si muoverà sullo sfondo della City londinese, della Moldova l’ex repubblica sovietica, dell’inquietante Bohemian Grove, il bosco boemo californiano teatro di sconvolgenti rituali, e del Kazakistan e della sua capitale Astana costruita con simbologie urbanistiche massoniche, nel tentativo di scoprire il movente dell’omicidio dell’uomo del Covent Garden. Superando le trappole della CIA, intraprenderà la ricerca disperata dei Protocolli, fino allo sconvolgente e imprevedibile finale tra i cristalli della Piramide della Pace di Astana, per sventare il complotto che potrebbe soggiogare per sempre il destino dell’umanità al capriccio di pochi uomini assetati di potere.

status:

Optioned Property.

producer:

Carmine Parmigiani

writers:

Vito Bruschini

it_ITItaliano