blog.

Come scrivere un pitch perfetto

Hai un progetto cinematografico nel cassetto e non sai come proporlo alle produzioni? Scrivere un pitch è il modo giusto per farlo.

Ecco i nostri consigli su come scrivere un pitch perfetto!

Il pitch è uno step essenziale per chiunque voglia proporre la propria idea ad una produzione cinematografica.

Ma che cos’è il pitch? Si tratta di una presentazione breve ma efficace, qualcosa che in soli 5 minuti sia in grado di lasciare il segno, rendendo la storia affascinante da ascoltare e immediatamente interessante da produrre.

In poche parole è fondamentale che la nostra storia rimanga impressa nella memoria.

Il pitch giusto deve spiegare la storia, i conflitti ed i punti principali. 

Basta ricordarsi la regola d’oro della semplicità: trovare il cuore della storia ma aggiungendo un twist, qualcosa di inaspettato e sorprendente.

Ad esempio, nella prima scena di “Sunset Boulevard” Billy Wilder racconta che il protagonista morirà. Una scena leggendaria: un cadavere che galleggia in piscina e che racconta esso stesso, da narratore, che è morto. 

Per quei tempi era una scelta di scrittura pazzesca, e funzionò! Il film vinse 3 oscar e 2 nastri d’argento.

Ma cosa rende un pitch veramente efficace?

Non bisogna dimenticarsi, quando si scrive il pitch di 3 cose fondamentali: 

1. Racconta una scena, un passaggio che colpisca l’interlocutore, che lo appassioni, che muova la sua fantasia e lo faccia “pensare per immagini”.  Il testo deve far vivere la storia che vuoi raccontare, rendere facile da immaginarla. Usa molti aggettivi, descrivi sensazioni, colori, paesaggi. Incanta chi legge con la sola forza delle parole.

2. L’emozione! Pensaci, la maggior parte delle nostre scelte sono guidate dalle emozioni, ecco perché queste devono venir fuori prepotentemente nel tuo progetto! Quello che il protagonista vive dobbiamo viverlo anche noi assieme a lui. Solo con l’immedesimazione totale che ci portano le emozioni potrai colpire i producer e convincerli ad investire nel tuo progetto.

3. Il budget! Soprattutto se si tratta del primo progetto che stai proponendo, il nostro consiglio è di non scrivere storie assurde con 20 esplosioni, 2 troupe di VFX e 10 inseguimenti nel traffico. Anche se sei Christopher Nolan i tuoi finanziatori ancora non lo sanno. Un budget alto nella mente di chi legge è un punto a sfavore e se  ancora non ti conoscono le probabilità che ti finanzino un film/corto/documentario ad alto budget sono davvero poche. Focalizzati invece, su qualcosa che possa essere girato con un budget realistico.

Immagini evocative, scrittura emozionante e attenzione al budget. Tutto qua? No. Manca la cosa fondamentale: la tenacia!

Se sei davvero convinto del tuo progetto, il miglior consiglio che possiamo darti è di non mollare, anche se ti diranno di no. In bocca al lupo!

Ps: hai una storia nel cassetto? Mandaci tutto a [email protected] Non vediamo l’ora di leggere la tua storia!

Photo by Christina @ wocintechchat.com on Unsplash

post a comment.

it_ITItaliano